Microsoft

Passare a Windows 11: Vale la Pena?

imagine Windows-11

Dal 1985, il rapporto altalenante tra i sistemi operativi Microsoft e i loro utenti ha continuato a evolversi. Le esperienze passate plasmano il futuro, e oggi è il momento ideale per decidere: è giunto il momento di passare a Windows 11?

Dopo aver rilasciato progetti dimenticati come Windows Me e successi notevoli come Windows 7, ci si potrebbe aspettare che Microsoft conosca bene le esigenze dei suoi utenti. Tuttavia, l’ultimo sistema operativo, Windows 11, non ha ricevuto inizialmente un’accoglienza particolarmente entusiasta, specialmente all’inizio della sua breve carriera.

Le innovazioni introdotte lo hanno reso uno dei migliori? Oppure, restare fedeli al consolidato Windows 10 potrebbe essere la scelta migliore? Questa guida rapida ti aiuterà a valutare se ogni motivo per effettuare il passaggio vale davvero la pena.

Requisiti di sistema: Il tuo PC è in grado di gestirlo?

Iniziamo con la cattiva notizia: non tutti i computer potranno eseguire Windows 11 a causa dei requisiti di sistema minimi elevati. Il nuovo sistema operativo richiede un processore da almeno 1 GHz con almeno due core, almeno 4 GB di RAM e 64 GB di spazio su disco (preferibilmente di più per gli aggiornamenti futuri).

La scheda grafica deve essere compatibile con DirectX 12 o superiore, e ulteriori requisiti includono il firmware UEFI, un display di almeno 9 pollici con risoluzione 720p e una connessione internet stabile. Potrebbe essere necessario un PC completamente nuovo per passare a Windows 11. Gli utenti potenziali possono verificare la compatibilità dei loro dispositivi con il nuovo sistema operativo scaricando ed eseguendo l’applicazione PC Health Check dal sito ufficiale di Microsoft.

Esplora le nuove funzionalità

Fortunatamente, questi elevati requisiti hardware offrono qualcosa in cambio. Windows 11 arriva con una gamma completa di nuove funzionalità per una maggiore personalizzazione, produttività e facilità d’uso.

Il Menu Start e la Barra delle applicazioni ricostruiti si trovano in basso dello schermo per impostazione predefinita, con tutte le icone centrate. È un cambiamento significativo per gli appassionati dei sistemi precedenti, e non a tutti potrebbe piacere. Ma grazie alle vaste opzioni di personalizzazione, è possibile spostare la Barra delle applicazioni e il Menu Start a sinistra. La nuova interfaccia più ordinata funziona perfettamente con i Widget che forniscono tutte le notifiche e le notizie. Basta passare sopra il pulsante dei Widget sul lato sinistro della Barra delle applicazioni o premere Win + W per visualizzare i contenuti freschi e riorganizzarli secondo le tue preferenze.

Ma questo non è ancora tutto per le nuove funzionalità chiave. L’app integrata Microsoft Teams offre un pratico centro contatti con chiunque tu voglia rimanere in contatto. È perfetto per il lavoro, la scuola o per stare insieme mentre si giocano giochi. E coloro che desiderano uno spazio di lavoro più personalizzabile possono trarre notevoli vantaggi dai Desktop virtuali: spazi indipendenti per ogni occasione. Puoi creare desktop separati per interessi lavorativi o di gioco e attrezzarli con finestre di applicazioni aperte, note, sfondi e altro.

Giochi su Windows 11

Windows 11 non ha dimenticato i giocatori. La funzione DirectStorage garantisce tempi di caricamento più veloci, l’Auto HDR offre un’esperienza visiva straordinaria e DirectX 12 garantisce sensazioni di gioco realistiche.

Cosa potresti volere di più? Beh, forse l’integrazione di Xbox Game Pass, presente nel nuovo Windows 11! I giochi Xbox su PC, con tutte queste migliorie, potrebbero essere motivo sufficiente per fare l’upgrade a un nuovo sistema.

Miglioramenti nella gestione delle finestre

Snap Layouts è la risposta definitiva alle esigenze degli appassionati di multitasking. Questa pratica funzione consente di aprire diverse finestre contenenti programmi, editor o browser per salvarle come Gruppi Snap per una maggiore produttività. Puoi ridurre al minimo tutto il lavoro sulla Barra delle applicazioni per ripristinarlo in seguito. E grazie ai miglioramenti multi-monitor e di ancoraggio, gli utenti di Windows 11 godono di refresh rate automatici su schermi diversi.

Sicurezza e privacy

Il TPM 2.0 (Trusted Platform Module) è un chip incorporato nella scheda madre del computer, compatibile con Windows 11. È responsabile della sicurezza dell’identità dell’utente, compresi password, codici e soluzioni biometriche. In collaborazione con BitLocker, garantisce una protezione completa di tali dati.

Ma Windows 11 ha ancora qualcosa in serbo. È il primo sistema con un’interfaccia delle impostazioni di sicurezza così trasparente. Gli utenti possono ora gestire l’accesso alle informazioni, personalizzare la protezione antivirus, regolare le impostazioni del firewall o abilitare l’autenticazione facciale con Windows Hello.

Il Microsoft Store ridefinito

Il Microsoft Store ha anche ottenuto alcune nuove migliorie, visibili a prima vista. La sua offerta ampliata è un’opportunità per scoprire nuovi interessi, serie da guardare, applicazioni amichevoli per il lavoro e opzioni di personalizzazione – più chiare e veloci per una ricerca comoda.

Prestazioni: Windows 11 vs Windows 10

Questi due sistemi operativi non sono così diversi. Se hai hardware che supera i requisiti minimi, Windows 11 potrebbe essere leggermente più veloce, ma non abbastanza da fare una differenza enorme.

Il nuovo sistema operativo è anche leggermente migliore nel multitasking e nell’ottimizzazione della CPU. Migliorando i processi in background, assicura prestazioni più stabili, garantisce un’esperienza di gioco più fluida e allevia la CPU da sovraccarichi inutili. Ma non sorprendentemente, Windows 10 fornisce una durata della batteria notevolmente più lunga utilizzando meno risorse di sistema. Per elaborare tutte queste caratteristiche impressionanti, Windows 11 ha bisogno di molta più energia.

Possibili svantaggi da considerare

Windows 11 è buono, ma non è perfetto come potrebbe sembrare. Il nuovo sistema non vanta tutte le caratteristiche che conosciamo da Windows 10 o dalle versioni precedenti. Dopo l’aggiornamento, dobbiamo dire addio alla Cronologia, a diverse applicazioni preinstallate come Paint, alla personalizzazione del menu Start o alla Modalità Tablet.

Inoltre, gli utenti di Windows 11 si scontrano con vari bug e problemi di compatibilità. La maggior parte è relativamente facile da risolvere ma indubbiamente fastidiosa. Tra i più comuni, possiamo notare rallentamenti, problemi nel trovare una stampante, mancanza di spazio su disco, la barra di ricerca che non funziona o addirittura l’impossibilità di effettuare l’aggiornamento a Windows 11. Un altro problema è

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *